Aniello Silvestri: sapori e profumi del mediterraneo

0
126

 

 

Tagliolini al nero con bianco di seppia.

Lo Chef Aniello Silvestri di Ventotene, da oggi condividerà con noi tutta una serie di ricette. Esse avranno come filo conduttore : sapori e  profumi del mediterraneo. Chef Aniello è un grande ed appassionato cultore di questo importante segmento dell’arte culinaria, dove i gusti e i profuni delle nostre isole faranno sentire tutta la loro bontà.

Chef Aniello Silvestri oggi ci propone Tagliolini al nero con bianco di seppia

Ingredienti per 4 perone

Seppia 500 g, aglio 2 spicchi, olio d’oliva extra vergine, prezzemolo. vino bianco ½ bicchiere, qualche pomodorino (5/6), zucchine 100 g, farina di grano duro 350 g.

Procedimento

seppia:pulire la seppia eviscerandola e facendo attenzione a far rimanere la sacca del nero integra (se si rompe recuperate il nero in una ciotola aiutandovi con un filo d’acqua ),  procedere togliendo la pelle della seppia recuperandola (ci servirà più avanti).

Pasta fresca: versare la farina a fontana su una spianatoia (per chi possiede un impastatrice procedere in egual maniera) fate un spazio nel centro della farina e aggiungere 100 ml di acqua e nero di seppia un filo di olio quindi procedere all’interno con le mani impastando fino ad assorbimento della farina. (se morbida aggiungere un po’ di farina, l’impasto deve essere sodo) Far riposare in frigo per circa 2 ore. Tirare la sfoglia aiutandovi con un mattarello o una macchina per pasta fresca (spessore circa 5 mm). Per chi la fa a mano arrotolare la sfoglia e tagliare un spessore di 2 mm. Irroratela con un po’ di farina nell’aprirla.

Esecuzione : in una padella bassa e ampia, soffriggete aglio e olio a fuoco moderato, gambo di prezzemolo tritato, proseguire soffriggendo la pelle della seppia sminuzzata (conferisce un sapore più intenso) aggiungere il resto del bianco di seppia tagliata a Julienne, rosolare e sfumare con vino bianco e 6 piccoli pomodorini e le zucchine tagliate alla Julienne per circa 5 min a fuoco alto (la seppia come il calamaro vanno preferibilmente cotti con rapidità per avere una buona consistenza).

A questo punto scolare i tagliolini molto al dente e saltare in padella aggiungendo se necessario un po’  di acqua di cottura a fuoco sostenuto. Appena si crema servire guarnendo il piatto con foglioline di prezzemolo.

 

Buon appetito.

Aniello ‘o Cuoco

Comments

comments

Disponibile il libro “Racconti del Porto

Ufficialmente disponibile il libro “Racconti del Porto”… con una donazione di 4€ potrai avere la tua copia!