Addio Guido

0
294

Questa notte presso l’ICOT di Latina si è spento il caro amico Guido De Martino.

Guido-De-Martino

Aveva compiuto 80 anni il 18 agosto scorso, essendo nato nel 1935.
Guido è stato un bravo pescatore, sempre intraprendente e propositivo.

Negli anni 70 entrò a far parte dell’amministrazione Comunale capeggiata dal Sindaco Sandolo e grazie al suo impegno si realizzò la strada carrabile di Le Forna Grande. Democristiano leale e coerente è stato anche assessore e vice sindaco con Ferraiuolo, continuando così il suo impegno in favore della gente di Le Forna.

Finita la sua stagione politica, ha intrapreso, insieme ad altri compaesani, l’ardita e benemerita impresa armatoriale della Snap, dando lavoro a molti giovani dell’isola e sopratutto indicando una via ai ponzesi.guido carloforte

Una via che non bisognerebbe abbandonare per nessun motivo, OGGI PIU’ CHE MAI.
Domani 17 febbraio alle ore 12,00 il Maddalena partirà da Terracina per trasportare a Ponza il feretro di Guido. Il funerale sarà reso alle 15/15.30 a Le Forna Chiesa Maria SS Assunta in Cielo.Maria-Maddalena
Ai figli Domenico, Rosario e Sandra e a tutta la grande famiglia della Snap, un forte abbraccio da tutti noi, insieme a queste righe :

A GUIDO

Vide che mese ‘i merde ch’è schiarate
pure tu Guido amico mio ce lasciate.
u sacce che fevrare è curte e amare
e spisse capita ‘i partì chesta mesata
ma fine a stu punto nun l’avesse mai pensate
primma Onorino, po’ Gaetano, Baingio,
Anna, Silverio Guarino ‘u janchiere…
E’ vvere che chist’anne è bisestile
ma i stu passe se sdevache tutte ‘u varrile.

Tutte vine buone chille ch’è asciute,
ognuno ‘i lloro se meritasse ‘na ‘mbriacata
oppuramente che ce scrivesse ‘na ballata.
Ma tu tinive forse ‘nata buccata,
cca vocca accurdavi tutte i sunate,
ogni cose a facive parè ‘na serenata,
hai avuto l’occasione ‘i fa vedè a tutte quante
quanne forte hai amate i mar’nari, ‘u Carloforte,
e sopratutto a gente ‘I Forna Grande.

È vero che simme ‘i passaggie
e primma o poi ‘ncoppa ‘a Madonna
l‘appuntamento è pe’ tutte quante.
E’ brutte quanne te ne vai senza che niente
a ‘stu munne è lasciate.
Nun parle i terra, frauche e denare,
parle i ammore,
ammore pe’ stu scoglie e chesta gente,
i  ammustà na via a chi nu tene niente.

Cheste  tu l’è fatto, Guido amico caro,
  e primma o poi sarà a tutti chiaro.
Mo te lascio, ‘u saccio che tiene che ffà
so tanti gli amici che te vonne salutà.

fs

guido

Comments

comments