Antonella Boscarini: il mio Stracquo

0
228

Antonella Boscarini –  Reportage di emozioni in un’isola incantevole: Ponza
Lo Stracquo – 21 22 23  marzo 2014 –
Il tutto nasce da un’ idea di Monia Sciarra, Franco Schiano, Massimo Casalino dell’ Associazione Cala Felci di Ponza in collaborazione con l’Associazione Novecento  e la Pinacoteca d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta diretta da Antonio Lieto di Gaeta. Sono stati selezionati sedici artisti internazionali e invitati a Ponza a realizzare una o più opere per partecipare alla prima rassegna mondiale di opere d’arte create esclusivamente con i materiali “stracquati”, ovvero portati dal mare.
Approdo a Ponza con il sole! Che Spettacolo! Incontro le altre artiste Miriam e Maddalena! Murat ci aspetta al bar con Franco Schiano! Insieme andremo da Monia. Evviva, inizia l’ avventura!

Immagine

b 2a
E subito dopo…

b 3

Gita in barca ! I colori delle Ginestre conferiscono uno scenario mozzafiato! Ciak! Siamo sul set Cala Frontone! Dopo aver raccolto il materiale, opinioni a confronto! Straordinario!

b 4
“Non cerco, trovo” Picasso

Tutto è compiuto dalla natura; il sole e la salsedine corrodono la pianta del cactus che dimora sulle rocce. Questa sono le sue foglie! Non ci posso credere, i buchetti, la forma, tutto è perfetto! Quando mi predispongo alla ricerca, le cose mi vengono incontro, non finirò mai di sorprendermi per l’ immediatezza con cui si compie l’ opera! Non mi piace intervenire e modificare la forma, rispetto gli oggetti così per come si mostrano ai miei occhi; perfetti con il loro vissuto, e li assemblo. Non vedo l’ ora di tornare in laboratorio …

b 5
Ponza è libera

La cornice è la materia,la vita terrena,il suo vissuto è tangibile,ma…lei si stacca,il suo destino è altrove,e…vola libera in cielo!
Il mare regala sempre! La più grande quantità di materiale l’ abbiamo trovata a Cala Frontone. In particolare un grosso tronco è stato recuperato dalla spiaggia e portato in laboratorio. Lì la voglia di sperimentare trasformerà questo luogo statico in una fucina di idee, creatività, operosità.  Il Museo vivrà di una nuova realtà.

b 6
L’ emozione non ha voce!..Incredibile, molto più di un semplice ramo; intravedo un piede e il suo prolungamento..

b 7
“Passo dopo Passo”

Il lungo piede esce fuori dal tavolo.. Il suo passo è proiettato verso il futuro! Ha alle spalle la sua zattera…è ciò che era.. Ma ora è tempo di distacco, ha fretta, il destino lo chiama e lui va veloce!..Passo dopo Passo..
Ancora un’ altro giorno in barca, e mentre si scivola sull’ acqua, la natura regala emozioni e sensazioni da ricordare in un click! Ma..i miei occhi vengono rapiti anche da una tavoletta corrosa dal tempo..non conta ciò che è ma ciò che mi ricorda …

b 8
Ora desidero assemblarla a qualcosa che mi faccia sentire ancora la leggerezza del contatto dell’acqua, del vento, del cielo terso!

b 9
“ Libera”

Il mare regala energie per creare!

 Antonella Boscarini

www.antonellaboscarini.it

..è un’illusione che le foto si facciano con la macchina…Si fanno con gli occhi,con il cuore,con la testa.                                                          Henri Cartier Bresson

Comments

comments