In ricordo di Aniello De Luca

0
444

Mi ha commosso riascoltare ” Col di che muore ” cantata da Franco De Luca e che era sicuramente la preferita di Aniello. Siccome diverso tempo fa ricostruii questa dolce e triste melodia, dandole una strumentazione orchestrale, lo feci e mi piacque, mancava solo la voce di Franco per completarla. Non fu possibile ed e rimasta per un po di tempo nel cassetto, ma ora la voglio proporre anche a voi di Calafelci in ricordo del nostro amico Aniello che solo lui riusciva a cantarla con tanto trasporto da commuoverci, specie quando invoca la Vergine Maria a salvarci. Mi sembra ancor ora risentirlo canticchiare come questa estate alla casa di S Antonio dove eravamo io e Franco, ad ascoltarlo ti dava serenità.Ho pensato caro Franco di dedicare alla memoria di Aniello, nostro caro amico, la dolce e mesta melodia di “Col di che muore”che compose il parroco don Luigi Dies tanti anni fa .Invio il brano senza il canto della voce, ma solo questa esecuzione che merita essere ascoltata Da lassù Aniello certamente sarà in ascolto.
Tonino Esposito

Al nostro amico Aniello De Luca:

 

Comments

comments

Disponibile il libro “Racconti del Porto

Ufficialmente disponibile il libro “Racconti del Porto”… con una donazione di 4€ potrai avere la tua copia!