“Pe’ mare “: dall’inglese al ponzese e poi … in musica

0
207

Tonino Esposito ci scrive : Questa estate incontrando Silverio Lamonica, mi parlò di una traduzione che aveva fatto dall’inglese direttamente in ponzese, di un autore di cui non mi sovviene il nome ( l’autore è John Keats il  titolo della poesia: “On the sea”). Gli dissi di mandarmela e cosi fece. Mi piacque perchè parlava del mare, le sue grotte, ed altro ancora, mi sembrava di vedere la nostra isola e cosi decisi di metterla in musica.

Poi  l’ho fatta ascoltare a Silverio a cui è piaciuta molto e, quando gli ho chiesto il permesso di pubblicarla sui siti di Ponza, mi ha dato il suo nulla osta.

Pertanto ti invio la traduzione di Silverio Lamonica: ” Pe’  ‘mmare ” (musicata e cantata da me). Ciao Franco e alla prossima.

chiaia di seraarcobaleno

 

Pe’ ‘mmare
Le parole della traduzione sono queste.

         Pe’  ‘mmare
‘ Ndà cchesta spiaggia addo ‘nce sta nisciuno
u mare murmurea nott’ e ghiuorne
e a migliare ‘e rotte so affamate:
se saziano cu ll’ onne appetitose.
E dint’ a ‘lloro so rummure antiche,
rummure eterne ca sul’ a luna o ‘ssape.
E spisse ‘o ‘core sujo è troppo bbuono
ca nun ci ‘a fa’ a move ‘na patella
fosse ‘a cchiu’ bella…..
Po’ ‘o viente vene ca smove tutte ‘llonne
quann’ e’ vierno.
           Ma si chist’ uocchie tuoje chin’ e chiant
           fall’ addulci quardanne  chistu mare,
           si nun ci a fai a senti ‘ chi recchie toje
           chillu rummore ‘e ‘llonne ‘ nfaccia ‘ i scoglie.
           Si u mare troppo calmo te disturba,
           assèttate vicin ‘ a chella  rotta
           ca proprio ‘lla mo’ cantano ‘ e Sirene.

il Testo di questa poesia tradotta da Silverio Lamonica è apparso su Ponza Racconta in data 18 marzo 2015

http://www.ponzaracconta.it/2015/03/18/sul-mare-da-keats-a-ponza/
chiaia di luna rossano

Comments

comments