Ave Maria, didicata al “Capitano”

0
141

di Carmine Pagano

TUTTI NOI DI CALA FELCI VOGLIAMO DEDICARE QUESTA BELLA POESIA DI CARMINE  PAGANO AL NOSTRO AMICO “IL CAPITANO”

Ave Maria

Ave Maria Pe’ stu mare i cristallo,

a vote turchese, a vote i smeraldo.

Stu mare punzese che è calmo e furiuso:

Ave Maria

Pe’ stu sole che luce, che scarfa e che coce,

che quanno te piglia a pelle t’abbrucia:

Ave Maria

Pe’ sta luna che cresce int’a nott’ i staggione,

che areta a’ muntagna ogni vota se china,

facenne ‘na luce ca’ pare matina:

Ave Maria

Pe’ stu cielo sparato cu ‘na rosa i pallini lucenti,

ca brillano ‘n’cielo comme pont’i brillanti:

Ave Maria

Pe’ stu popolo i Ponza,

cu tanta difietti e cu poche speranze,

p’i viecchie e i creature,

pe’ tutta sta ggente e chest’isola bella:

Ave Maria

Quartordice austo,

dimane è a festa toja:

Ave Maria

Comments

comments