Isola mia sovrana

0
122

So mille e mille anne ch’u mare te fragne ‘ncuolle
e ‘ncoppe i scoglie che te stanne attuorne,
ch’u viente sesche ammiezze i cavuni e saglie pe’ pettate,
ch’a vote t’alliscia chiane e a vote cchiù ‘nncazzate
e pare che tutte avesse fernì ‘a nu mumente a’ nate.

                                                     Ma tu isola mia sovrana cà sempe stai

Te so’ passate tempurale e terremote,
cenere e lapille ‘a ciele so cchiuvute,
uommene disperate t’hanno abbelute,
sarracini e spagnuoli s’anna abbuffate,
pure ‘nglisi e giacubini cà se so’spassate.

                                                      Ma tu isola mia sovrana cà sempe stai

Se dice ch’a storia rutulèa sempe,
mo, l’aria è cupa, chiove a zzeffunne
e ‘ na cappa i chiumme t’arravoglia,
te vonne arrubbà lavoro e dignità
e i figli tuoi fore, vonne scaccià.

                                                    Ma tu isola mia sovrana cà sempe stai
                                                                                 Ancora chiù bella assai

mareggiata alla parata

Comments

comments