Primo Venerdì di marzo : i riti contro mal di testa e serpenti

0
297

Oggi è venerdì  primo marzo. Quindi il primo giorno di marzo coincide col primo venerdì del mese. La pratica devozionale della chiesa cattolica dei Primi nove venerdì del mese  nacque in seguito alla “Grande Promessa” che Gesù Cristo avrebbe rivelato alla mistica francese santa Margherita Maria Alacoque ( 1647/1690)monaca clarissa canonizzata da papa Benedetto XV nel 1920. La devozione al Sacro Cuore di Gesù cui è collegata la pratica dei primi venerdì del mese – ancora oggi diffusa e sentita nella nostra isola  – permeava molta parte della vita ai tempi delle nostre nonne e delle nostre mamme.

Al primo Venerdì del mese erano associati molti riti e credenze popolari semplici ed ingenue.

Oggi improvvisamente è emerso dal fondo della mia memoria il ricordo di alcuni di questi riti e credenze legate al primo venerdì del mese di marzo.

Il taglio di una ciocca di capelli contro i mal di testa: nella mia famiglia, fino alla seconda metà del secolo scorso, in questo giorno ogni membro della famiglia si tagliava una piccola ciocca di capelli, che poi si buttava via mentre si recitavano tre gloria a San Giuseppe con l’invocazione : “San Giuseppe liberaci dal mal di testa”.

Lancio della pietra contro i serpenti: sempre in questo primo venerdì del mese di marzo si usava lanciare una grossa pietra (più grossa era la pietra maggiore era l’efficacia del rito)nel groviglio d’erba o rovi più vicino casa, recitando i soliti tre gloria a San Giuseppe con l’invocazione : “San Giuseppe liberaci dai serpenti”. Il rito evitava che i serpenti entrassero in casa. Cosa che ai tempi avveniva spesso. Ricordo che una nostra vicina – che non aveva fatto il rito – una volta se ne trovò uno dentro il letto.

Cose di altri tempi.

 

Comments

comments

Disponibile il libro “Racconti del Porto

Ufficialmente disponibile il libro “Racconti del Porto”… con una donazione di 4€ potrai avere la tua copia!